Mag 29 2019

Esports-Italy: Matteo Favarelli ospite alla rassegna dedicata agli esports in Italia

AnotheReality e Matteo Favarelli ospiti di Esports-Italy — Sabato 25 Maggio 2019 si è tenuto per il secondo anno consecutivo Esports-Italy, evento con fini educativi e divulgativi dedicato agli “electronic sports“, meglio conosciuti come eSports, disciplina sportiva affermata negli USA e in Oriente e in via di definizione e crescita anche in Italia.

Nella cornice del Campus Reti di Busto Arsizio (Varese), è stata organizzata quindi un’intera giornata dedicata al fenomeno globale che sta rivoluzionando l’industria dei videogiochi, proprio per fare chiarezza con testimonianze dirette, condivisione di esperienze e dibattiti di alcune delle personalità italiane sul settore che ogni anno coinvolge sempre più appassionati, tanto in termini di giocatori professionisti tanto in termini di spettatori come in ogni disciplina agonistica.

Matteo Favarelli sul palco di Esports-Italy

Matteo Favarelli sul palco di Esports-Italy. In ordine da sinistra: Stefano Silvestri, Max Da Vià, Matteo Favarelli, Andrea Loiudice, Tommaso Valentini.

Tra gli speaker e esperti del settore intervenuti all’evento, era presente anche Matteo Favarelli, COO di AnotheReality, ospite di una speciale tavola rotonda organizzata da AESVI – Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani dal titolo Esports e Game Development made in Italy: esperienze pregresse e progetti futuri”.

Moderata da Stefano Silvestri – responsabile della sezione eSports de La Gazzetta dello Sport e Direttore eurogamer.it – la finestra sul mondo dei videogiochi utilizzati in ambito esports ha visto sul palco insieme al COO di AnotheReality anche i rappresentanti di altri studi di sviluppo italiani che si stanno approcciando alla realizzazione di titoli “eSports ready” quali Milestone (Andrea Loiudice), 34bigthings (Max Da Vià) e 3Dclouds (Tommaso Valentini).

Gli esports sono ormai diventati un fenomeno globale in termini sia di giocatori che di spettatori, aprendo nuovi orizzonti e possibilità di mercato nell’industria dei videogiochi. Secondo il Rapporto sugli Esports in Italia nel 2019 realizzato da AESVI in collaborazione con Nielsen, sono 1,2 milioni le persone che in Italia seguono un evento esports più volte a settimana. Il bacino degli appassionati è aumentato del 20% rispetto alla precedente rilevazione, certificando così la passione e l’interesse per il videogioco competitivo anche nel nostro Paese.

Protagonista di questa edizione l’hashtag #wecanstart, proprio per sottolineare come il fenomeno degli esports stia crescendo anche in Italia.


ESPORTS | COSA SONO E DEFINIZIONE

Il termine eSport deriva dall’abbreviazione inglese “electronic sports“, ovvero letteralmente “sport elettronici“. Con eSport viene indicato quindi il giocare videogiochi a livello competitivo organizzato e professionistico.

I giochi che vengono giocati in modo competitivo a livello amatoriale o professionistico – in campionati o tornei, online o dal vivo – possono essere:

  • multiplayer, giocati quindi in team o singoli ma con avversari reali (no AI)
  • single player, dove la classifica e la competizione viene misurata in base al punteggio del singolo giocatore

I generi più comuni sono strategici in tempo reale (RTS), picchiaduro, sparatutto in prima persona (FPS – First Persona Shooter), Massively multiplayer online (MMO), giochi di guida, Multiplayer Online Battle Arena (MOBA).

I tornei live sono organizzati come qualunque altro evento sportivo, con arbitri e commentatori specializzati nello specifico gioco, mentre le fasi di qualifica si tengono spesso tramite piattaforme online. [Fonte: Wikipedia.it]


ESPORTS-ITALY 2019 | VIDEO

0 Comments
Share Post
No Comments

Post a Comment